Chiesa e Convento di San Francesco

Centro Storico

Chiesa e Convento di San Francesco

fine secolo XIII e inizio XIV

La chiesa venne edificata tra la fine del sec. XIII e l’inizio del XIV, sembra in seguito ad un miracolo di S. Francesco, nei pressi del luogo in cui sorgeva un oratorio dedicato alla Trinità e fu sempre officiata dai frati Minori Francescani. A partire dall’inizio del sec. XVI l’edificio è stato oggetto di numerosi interventi di restauro, che ne hanno completamente modificato l’aspetto: nel 1959 un restauro integrale è stato effettuato dalla Soprintendenza ai Beni architettonici per il Lazio, riportando la costruzione ad una maggiore coerenza con il progetto originario.
È evidente la coesistenza di elementi gotici (in particolare all’interno) e romanici (soprattutto nella facciata). La suddivisione in tre settori della facciata riporta quella interna in tre navate: nel settore di mezzo, più alto degli altri, è il portale principale, costituito da quattro archi ogivali concentrici e rientranti, di chiara matrice gotica, sormontato da un rosone decorato ancora evidentemente romanico. I due settori laterali sono sormontati da archetti lombardi: particolare notevole sono i primi sei archetti del settore destro, unici a sesto acuto. Il campanile fu costruito nel 1612, sembra in sostituzione di un precedente campanile a vela, probabilmente con tre campane.
L’interno è suddiviso in tre navate di cinque campate ciascuna, quelle centrali doppie di quelle laterali, con transetto di poco rialzato e tre absidi sul fondo. Sul lato destro sono presenti cinque cappelle, aggiunte tra il sec. XV ed il XVI: la cappella del Beato Giovanni da Triora, la cappella dell’Immacolata, la cappella di S. Antonio da Padova, la cappella del Presepe e quella dei Caduti, la più recente. Del convento, i cui locali sono stati sede del Liceo Scientifico Galileo Galilei fino alla fine degli anni Settanta e che ora ospita i frati dell’Immacolata, degni di nota sono il chiostro ed il pozzo rinascimentale presente nel giardino.

Scopri cosa puoi Visitare

Etruschi

Mare

Storia

Natura

Cerchi un ristorante
o un soggiorno?

Dove Mangiare

Cerchi un posto dove mangiare? Scegli tra i diversi ristoranti del centro storico, gli agriturismi o i locali sul lungomare di Tarquinia. Una lista di strutture pronte a soddisfare ogni palato!

Dove Dormire

Che sia un hotel, un bed & breakfast o un appartamento, a Tarquinia troverai sicuramente la soluzione più adatta alle tue esigenze. Clicca e scopri cosa fa al caso tuo!

News

Madonna di Valverde

Madonna di Valverde

Il mese di maggio è in onore della Madonna Santissima di Valverde, Patrona di Tarquinia, alla quale è dedicato un antico Santuario in città.

Io pittore per caso

Io pittore per caso

Io pittore per caso dove creatività e talento prendono vita in questa manifestazione artistica aperta a tutti, nessuno escluso.

DiVino Etrusco

DiVino Etrusco

Il connubio tra vino e cultura a Tarquinia prende il nome di DiVino Etrusco. Il percorso enogastronomico si snoda lungo le vie del centro.

Instagram

Facebook

Comune di Tarquinia

Assessorato al turismo
C.F. E P.IVA 00129650560
Pubblica istruzione, Sport
Turismo, Attività culturali

Piazza Matteotti, 06 – 01016 Tarquinia (VT)
Telefono: (+39) 0766 849224
Email: comune.tarquinia@comune.tarquinia.vt.it
https://www.comune.tarquinia.vt.it/it-it/home

Info Point

I.A.T. Informazione Accoglienza Turistica

Barriera San Giusto – 01016 Tarquinia (VT)
Telefono: (+39) 0766849282
Email: info.turismo@tarquinia.net

Contattaci

13 + 11 =

Fotografie di: César Vásquez Altamirano, Tiziano Crescia, Roberto Romano, Sailko Creative Commons Attribution 3.0 Unported, Paolo Monti